Effetti del carico vocale e dell'umidità ambientale nell'anziano.

January 2, 2017

 

 

L'avanzare dell'età è un fattore di rischio significativo per i problemi vocali. Negli Stati gli adulti anziani nel 2014 (> 65 anni) si attestano intorno ai 46 milioni, e i numeri sono destinati a crescere, si stima che la popolazione anziana raddoppierà entro il 2050. Per meglio gestire i problemi di voce legati all'invecchiamento, è importante comprendere i fattori che aumentano la vulnerabilità  di questa popolazione rispetto ai problemi di voce. Si ritiene che entrambi i fattori intrinseci (ad esempio, caratteristiche genetiche, anatomiche e fonatorie) ed estrinseche o ambientali (ad esempio, il livello di rumore ambientale e di idratazione ambientale) fanno aumentare gli effetti negativi dell'uso prolungato della voce ed aumentare la suscettibilità ai problemi vocali. Un approccio per indagare gli effetti di questi fattori è nel contesto di un carico vocale.

Anche se esiste notevole letteratura sugli effetti delle prove di carico vocale nei giovani oratori, gli effetti delle prove di carico vocale negli adulti più anziani rimangono inesplorate.

Le prove di carico vocale si riferiscono a compiti vocali che sollecitano la laringe e compromettono la funzionalità ottimale della laringe. La lettura ad alta voce prolungata è stata tipicamente utilizzata nelle prove di carico vocale, da numerosi autori.(Kelchner L. et al, Lauri E et al, Stemple JC et al. Gelfer M et al ).

Queste prove tradizionali di carico vocale hanno effettivamente determinato cambiamenti vocali negativi; Tuttavia, la loro durata (spesso di oltre 90 minuti) li rende impraticabili all'interno di una popolazione anziana o con i pazienti.

Produrre una prova di carico vocale di durata inferiore è un obiettivo clinicamente rilevante. Le evidenze emergenti, ad esempio dallo studio del 2016 di Fujiki R. et al. suggeriscono che alterare la qualità vocale o le caratteristiche soprasegmentali del discorso potrebbe caricare la laringe più efficacemente rispetto al parlare in modo abituale.

Inoltre, gli autori aggiungono che le modalità vibratorie non abituali possono indurre cambiamenti vocali dannosi più rapidamente del discorso abituale.

Le caratteristiche soprasegmentali del discorso rivolto ad un bambino, sono diverse da quelle del linguaggio adulto standard. Queste differenze includono i livelli di intensità elevata e di intonazione atipica.

Inoltre, gli effetti dei discorsi indirizzati ai bambini negli adulti più anziani hanno validità ecologica in quanto possono essere utilizzati da questi individui nella conversazione con i giovani membri della famiglia.

Gli effetti laringei dei discorsi rivolti ai bambini non sono stati indagati; Tuttavia, le  prove di carico vocale che utilizzano volumi elevati e qualità vocale alterata hanno dimostrato produrre cambiamenti laringei negativi nella laringe sana e giovane.

Le variabili estrinseche sono spesso manipolate per esacerbare gli effetti negativi dell'uso prolungato della voce. La disidratazione delle vie aeree, ad esempio, può influire negativamente sulla produzione vocale. L'aumento dell'idratazione sistemica può attenuare parzialmente gli effetti negativi delle prove di carico vocale; Tuttavia i risultati sono stati mescolati e non sono stati esaminati negli adulti più anziani.

Un metodo alternativo per aumentare l'idratazione delle vie aeree è quello di mettere a punto meccanismi superficiali. L'aumento dell'idratazione della superficie delle vie aeree aumentando l'umidità ambientale durante prove di carico vocale è stata studiata solo in giovani soggetti da . Fujiki R et al e da . Levendoski E et al.

Attualmente non è noto come gli anziani possano rispondere ad una maggiore umidità ambientale.

 

Nello studio di a Sundarrajan A, et al del 2017, pubblicato sul J. Voice, gli individui anziani (> 65 anni) hanno completato una prova di carico vocale di 45 minuti in due giorni consecutivi. L'unica differenza tra i giorni era l'umidità ambientale che è stata regolata a bassi o moderati livelli.

La letteratura suggerisce che gli effetti del carico vocale siano meglio valutati utilizzando una combinazione di misure vocali acustiche, aerodinamiche e auto-percettive.

 Le evidenze emergenti suggeriscono che misure acustiche come la cepstral peak prominence   CPP e il rapporto spettrale basso / alto (LHR) possano essere sensibili a minimi cambiamenti laringei, indotti da prove di carico vocale.

Queste misure sono particolarmente utili in quanto possono essere applicate al discorso continuo, a differenza delle vocali sostenute.

 Un recente studio ha rivelato che il  CPP era sensibile agli effetti avversi di una prova di carico vocale di 30 minuti. . Inoltre, è stata utilizzata la misura aerodinamica della soglia di pressione fonatoria (PTP) per determinare gli effetti della prova di carico vocale e dell'umidità . PTP è stata osservata essere costantemente sensibile agli effetti delle prove di carico vocale in soggetti sani.

 

Inoltre, vi sono prove che la disidratazione delle vie aeree possa aumentare la soglia di pressione fonatoria . Le misure di autovalutazione dello sforzo vocale e della stanchezza vocale percepita aumentano, dopo le sfide di carico vocale e la disidratazione delle vie aeree. In questo studio sono stati pertanto indagati gli effetti di una prova di carico vocale  negli adulti più anziani.

 La prova di carico vocale consisteva in 45 minuti di voce ad alta intensità, in presenza di rumore di sottofondo ed indirizzata ai bambini.

Inoltre è stato quantificato se una maggiore umidità ambientale attenuasse gli effetti negativi del carico vocale. Pertanto, la prova di carico è stata completata con livelli di  bassa e moderata umidità  in ordine controbilanciato in tutti i soggetti. È stato ipotizzato che gli adulti più anziani sarebbero stati influenzati negativamente dopo la prova di 45 minuti di carico vocale e che gli effetti vocali dannosi sarebbero maggiori in condizioni di bassa umidità rispetto all'umidità moderata.

In conclusione le misure di PTP, PPE e la stanchezza vocale percepita hanno dimostrato effetti di carico vocale  statisticamente significativi. L'aumento dell'umidità ambientale ha alleviato gli aumenti di PPE e la stanchezza vocale percepita. L'umidità moderata ha migliorato i dati CPP sia prima che dopo la prova di carico vocale. L'aumento dell'umidità ambientale può servire come opzione per alleviare alcuni degli effetti di una prova di carico vocale nei soggetti più anziani.

 

Ortman J, Velkoff V, Hogan H. An aging nation: the older population in the United States. U.S. Census Bureau, 2014.

 

Fujiki R, Sivasankar M. A review of vocal loading tasks in the voice literature. J Voice. 2016;

 

Kelchner L, Toner M, Lee L. Effects of prolonged reading on normal adolescent male voices. Lang Speech Hear Serv Sch. 2006;37:96–103.

 

Linville S. Changes in glottal configuration in women after loud talking. J Voice. 1995;9:57–65.

 

Lauri E, Alku P, Vilkman E, et al. Effects of prolonged oral reading on time-based glottal flow waveform parameters with special reference to gender differences. Folia Phoniatr Logop. 1997;49:234–246.

 

Enflo L, Sundberg J, McAllister A. Collision and phonation threshold pressures before and after loud, prolonged vocalization in trained and untrained voices. J Voice. 2013;27:527–530.

 

Stemple JC, Stanley J, Lee L. Objective measures of voice production in normal subjects following prolonged voice use. J Voice. 1995;9:127–133.

 

Laukkanen AM, Jarvinen K, Artkoski M, et al. Changes in voice and subjective sensations during a 45-min vocal loading test in female subjects with vocal training. Folia Phoniatr Logop. 2004;56:335–346.

 

Gelfer M, Andrews M, Schmidt C. Documenting laryngeal change following prolonged loud reading: a videostroboscopic study. J Voice. 1996;10:368– 377.

 

Fujiki R, Chapleau A, Sundarrajan A, et al. The interaction of surface hydration and vocal loading on voice measures. J Voice. 2016;

 

Ferguson C. Baby talk in six languages. Am Anthropol. 1964;66:103–114.

 

Fernald A. Intonation and communicative intent in mothers’ speech to infants: is the melody the message. Child Dev. 1989;60:1497–1510.

 

Fernald A, Taeschner T, Dunn J, et al. A cross-language study of prosodic modifications in mothers’ and fathers’ speech to preverbal infants. J Child Lang. 1989;16:477–501.

 

Sivasankar M, Erickson E, Schneider S, et al. Phonatory effects of airway dehydration: preliminary evidence for impaired compensation to oral breathing in individuals with a history of vocal fatigue. J Speech Lang Hear Res. 2008;51:1494–1506

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

I'm busy working on my blog posts. Watch this space!

Please reload

Post recenti

August 13, 2018

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag